0
Posted 11 Settembre 2016 by mario in Catania Politica
 
 

Piano di riequilibrio: Sindaco e giunta soddisfatti.Replica Manlio Messina:”Città sul baratro del fallimento”.Allegato doc. Revisori dei Conti


Sabato scorso l’amministrazione comunale aveva diffuso in una nota la soddisfazione per il nuovo documento per il piano di riequilibrio.Era stato lo stesso sindaco Bianco a rassicurare i catanesi che non ci sarebbero state  nuove tasse né aumenti di tributi e tariffe comunali, dai rifiuti alle mense scolastiche, né riduzione delle risorse dei Servizi sociali.

Il sindaco Bianco aveva dichiarato , “Abbiamo fatto un passo in avanti decisivo per condurre il Comune in acque tranquille”.

Rassicurante anche la dichiarazione dell’assessore Girlando, “Supereremo il drammatico taglio dei trasferimenti di Stato e Regione e la mancata previsione di debiti fuori bilancio, attraverso taglio di spese superflue, dismissione di beni comunali  e lotta all’evasione fiscale”

Oggi invece arriva la dura nota di Manlio Messina del gruppo Fratelli d’Italia-An :”Da un’analisi dei dati contabili sul primo semestre del 2016 “si evidenzia il mancato raggiungimento dell’obiettivo generale con uno scostamento di euro 4.109.346,27 pari al 17,71 per cento in termini percentuale”

Non rispettato il piano di equilibrio«Si tratta dell’ennesima mazzata sulla gestione dei conti da parte del collegio di revisione da cui si evince chiaramente che questa disAmministrazione non rispetta il piano di riequilibrio e tutti quei parametri che consentirebbero al comune di rimanere sulle linee guide dello stesso. Nemmeno il nuovo piano, sulla quale restano dubbi i criteri per cui sarà portato in aula, riuscirà a ristabilire  verità ed equilibrio.

Città prossima al baratro.” Insomma un grosso pasticcio economico perpetrato ai danni della città di Catania «abbiamo più volte denunciato come la gestione allegra dei conti da parte del sindaco e dell’assessorato al bilancio stia portando questa città sul baratro del fallimento – dichiara ancora Manlio Messina – lo ha già denunciato la Corte dei Conti organo competente in materia e adesso anche il collegio dei revisore che, evidentemente allarmato, chiede addirittura una rivisitazione dei controlli al 31 ottobre, a distanza di un mese dalla nota inviata al fine di evitare il peggioramento dell’andamento del piano».

Bianco e giunta a casa.«È chiaro ormai a tutti quanto sia inadeguata questa amministrazione, l’unica soluzione è mandare a casa il sindaco con la sua giunta artefici di questa voragine che, purtroppo, non potrà essere colmata.»

nota-collegio-di-revisione

 


mario