0
Posted 23 Settembre 2016 by redazione in Catania Politica
 
 

Intervista a Sebastiano Arcidiacono:” Una città che si regge sui comunicati stampa”


 

Si tratta di un piano Falso?,Arcidiacono risponde:” Quelle entrate previste non entranno mai ;come  già è avvenuto nel recente passato.Anche la stessa Corte dei Conti,che è un organo terzo sul piano di riequilibrio li reputa non congrue.La vicenda sulla vendita di  Palazzo Bernini è un esempio abbastanza chiaro.”

Bilancio approvato dalla minoranza.:”Sono bilanci che passano con meno di un terzo degli aventi diritto al voto”

Nomine partecipate:”Con queste nomine delle partecipate siamo davanto a un cambio di rotta.Non voglio esprimermi sulle persone.Ma discuto il metodo vecchio:ancora una volta si è scelto con il  metodo del bilancino…

L’assenza di Di Grado e Caserta? :” Io noto di più all’assenza della classe dirigente di questa città e dei sindacati; per quanto concerne Caserta  era fuori sede, il Prof. Di Grado aveva espresso il suo appoggio all’iniziativa.”.

Sulla Sac  Arcidiacono è perplesso sull’indicazione dell’amministrazione :” Nico Torrisi?.L’altra volta avevano indicato Torrisi , ma poi hanno votato un’altro candidato.Lasciamo perdere….”


redazione